Scopri qual è il LATO OSCURO di Google Adwords che brucia in un attimo tutto il tuo budget pubblicitario…

Come tutti i “nerd” sono un fan di Star Wars e ogni volta che esce un nuovo episodio vado subito a vederlo al cinema.

La storia è sempre la stessa: il bene e il male che si scontrano in una lotta all’ultimo sangue. Ci sono alcuni personaggi che lottano per il bene (il lato chiaro) e alcuni personaggi che lottano per il male (il lato oscuro).

La caratteristica più affascinante dell’intera saga è “la Forza”: un’energia strana e misteriosa che da dei superpoteri a chi la sa padroneggiare. Tale superpotere viene sfruttato dalle forze del bene (i Jedi) e dalle forze del male (i Sith)

Che c’entra Star Wars con Google Adwords?

Google Adwords è come la forza: puoi utilizzarlo per acquisire nuovi clienti e aumentare il fatturato, oppure può trasformarsi in uno strumento dannoso bruciasoldi.

In questo articolo voglio proprio svelarti i “lati oscuri” di questo potente strumento in modo da metterti in guardia e farti evitare i comuni errori che gli imprenditori commettono quando iniziano a “padroneggiarlo”

Sei pronto? Iniziamo!

Google vuole i tuoi soldi e farà di tutto per farti spendere il più possibile

Google è un’azienda e come tutte le aziende hanno un unico obiettivo: guadagnare. Google guadagna con i “click”. Più click riesce a generare dai tuoi annunci, più guadagna.

Se ci fai caso, l’intera piattaforma è strutturata per farti attivare delle funzioni automatiche spreca – click che hanno l’unico obiettivo di farti bruciare budget.

Tra questi sicuramente impostare le parole chiave con corrispondenza generica (ne ho parlato abbondantemente in questo articolo).

Quindi occhio ai “suggerimenti” che ti offre: spesso sono inutili o dannosi.

Adwords è uno strumento molto costoso (attento al ROI!)

Adwords è uno strumento molto potente che costa parecchio. Infatti in media si paga 50 centesimi a click (dipende dalla competitività della parola chiave e da altri fattori), quindi 100 click li pagherai 50 euro.

Devi essere sicuro che quei 100 click che hai comprato a caro prezzo siano effettuati da persone estremamente in target che sicuramente stanno cercando il prodotto o servizio che vendi oppure argomenti a esso strettamente correlati.

Ribadisco il concetto perchè è molto importante: con Adwords devi essere preciso e focalizzato come un laser per “stanare” le persone in target e fare in modo che ogni click sia ben speso.

Facebook costa meno ed è un po’ come “sparare nella mucchia”. I click costano meno ma riesci a essere meno preciso nell’individuare i potenziali clienti.

Adwords sembra facile da utilizzare (ma al contrario è piuttosto complesso)

Chiunque abbia un po’ di dimestichezza con il computer è in grado di attivare una campagna Adwords: basta seguire la procedura guidata!

Ma spesso, se la campagna non viene progettata da un professionista, sarà un completo disastro. Infatti Adwords sembra facile da utilizzare, ma in realtà è molto complesso. Ha tantissime funzioni, molte utilissime ma tante altre inutili quando applicate ad alcuni business.

Quindi occhio: non farti fregare dall’apparente semplicità: dietro si nasconde un’intero universo di pericoli ed insidie!

Le campagne Adwords richiedono svariati mesi per essere ottimizzate

Quando si inizia con una nuova campagna Adwords, preparati a investire tanti soldi e a ottenere pochi risultati.

All’inizio è normale che la campagna performi da schifo: può essere che le parole chiave che hai scelto siano sbagliate oppure il sito che hai fatto realizzare, che a te sembrava fighissimo, in realtà alla resa dei conti è inutile: non vende.

Quindi quando si attiva una campagna Adwords si inizia un lavoro di test e di ottimizzazione che dura mesi. Se la persona che ti segue le campagne è competente,  la gran parte del lavoro di ottimizzazione termina nei primi 6 mesi.

Nei mesi e anni successivi la campagna va comunque “badata” ma il lavoro di ottimizzazione cala drasticamente.

6 mesi è anche la finestra utile per tirare le somme, analizzare i dati e capire se vale la pena continuare con Google Adwords o se è meglio cambiare strumento o professionista/Web Agency.

Adwords sta iniziando a essere inaccessibile per alcuni mercati

Adwords e Facebook sono strumenti pubblicitari accessibili a tutti a differenza di altri media come per esempio gli spot in TV.

Ma pian piano le cose stanno cambiando: in alcuni mercati c’è così tanta competizione che Adwords è diventato inaccessibile.

Tanta concorrenza vuol dire che i click costano un’esagerazione ed è molto difficile andare a ROI positivo (le spese sono inferiori ai guadagni).

I grossi brand si stanno muovendo sempre di più verso l’online e si rischia veramente di “essere tagliati fuori” se si aspetta per troppo tempo.

Per oggi è tutto, spero che l’articolo ti sia piaciuto 😉

Che la Forza sia con te!

Marco

____________________

Cerchi un Maestro Jedi che ti aiuti a “padroneggiare” le campagne Adwords?

CLICCA QUI PER CONTATTARMI ! >>>

____________________

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *